Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
Connetti
Utente:

Password:



RICETTE

I culurgionis ogliastrini

Un cuore di patate e menta avvolto in una piccola spiga di pasta. E un sugo fresco e leggero ad accompagnarli.

Vito Cogoni
domenica 23 marzo 2014 12:07

I culurgionis in sa crobi, tipica cesta sarda in vimini
I culurgionis in sa crobi, tipica cesta sarda in vimini

Ingredienti:

Per la pasta: 300 gr. di farina di semola di grano duro; acqua; sale.

Per il ripieno: 1 kg. di patate; olio evo; 2 spicchi di aglio; 300 gr. di pecorino fresco grattugiato; 10 foglie di menta.

Per il sugo: 1/2 cipolla; 1 carota; 1 costa di sedano; 500 gr. di polpa di pomodoro; 5 foglie di basilico; olio; sale; zucchero.

Preparazione:

Innanzitutto mettiamo a lessare le patate in una pentola di acqua bollente. Intanto tritiamo finemente l'aglio e la menta. Una volta pronte le sbucciamo e con l'aiuto di uno schiacciapatate le riduciamo a purea per unirle con il trito precedentemente preparato. Aggiungiamo anche il pecorino fino ad ottenere un composto uniforme e lasciamo riposare mentre ci occupiamo della pasta.

Riponiamo farina e sale su un piano, aggiungendo a poco a poco l'acqua a temperatura tiepida. Lavoriamo l'impasto sino a ottenere la giusta consistenza e omogeneità. Quindi ne prendiamo una parte e copriamo il resto in modo che non si asciughi. Dopo aver preparato il piano con una spolverata di farina, la stendiamo con il mattarello in modo da avere una sfoglia regolare di pochi mm, da cui ricaviamo dei dischi con l'aiuto di uno stampino del diametro di 10 cm. A questo punto possiamo riporre al centro delle forme un cucchiaio del composto di patate e menta. Teniamo l'involucro con una mano e con l'altra pizzichiamo i bordi della pasta alternando le dita per chiuderla, ottenendo così la forma di una spiga. Riponiamo il raviolo in un vassoio con un po' di farina in modo che non si attacchino e ripetiamo l'operazione per gli altri dischetti, sino a consumare sia l'impasto che il composto.

La salsa di pomodoro che accompagna i culurgionis deve essere leggera e fresca. Prepariamo un trito di cipolle, sedano e carote e facciamo dorare nell'olio evo. Aggiungiamo la polpa di pomodoro e le foglie di basilico, con un pizzico di sale e mezzo cucchiaino di zucchero per eliminare l'acidità. Copriamo e lasciamo cuocere a fuoco lento per mezzora circa. Intanto mettiamo a bollire l'acqua in una pentola capiente, dove verseremo i culurgionis quando la cottura del sugo sarà quasi ultimata. Dopo 6 minuti circa i ravioli saranno pronti; li scoliamo con l'utilizzo di una schiumarola. Infine li condiamo con la salsa di pomodoro e un'abbondante spolverata di pecorino grattugiato.

Torna alla Home

Powered by: