Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X

 
Connetti
Utente:

Password:



DA BERE

Al Mundus Vini altri riconoscimenti per Siddùra

Nella rassegna tedesca la giovane cantina gallurese è stata premiata con la medaglia d'oro per Tìros e con quella d'argento per Fòla.

Redazione
martedì 18 marzo 2014 01:32

Tìros IGT Colli del Limbara ha conquistato la medaglia d'oro
Tìros IGT Colli del Limbara ha conquistato la medaglia d'oro

A dispetto della recente costituzione, la cantina Siddura continua a collezionare riconoscimenti, in Italia come all'estero. Le ultime gratificazioni sono arrivate dalla Germania, dove si è tenuto il Gran Premio Internazionale del Mundus Vini. L'azienda sarda ha infatti conquistato le medaglie d'oro e d'argento, rispettivamente con Tìros IGT Colli del Limbara e Fòla Cannonau di Sardegna DOC, entrambi relativi alla vendemmia 2012 e soprattutto entrambi rossi. Un motivo di soddisfazione in più per una subregione, la Gallura, già molto apprezzata per il bianco Vermentino.

Tìros è l'ultima proposta presentata dalla cantina gallurese sul mercato. Si tratta di un vino composto per l'85% da Sangiovese e per il restante 15% da Cabernet Sauvignon. Un blend che garantisce armoniosità e persistenza, grazie anche al lungo affinamento in botti di rovere francese. Fòla invece, rappresenta l'essenza del Cannonau, varietà che in Sardegna ha trovato il suo habitat naturale. Moderatamente alcolico, ha colore rubino con riflessi violacei intensi.

La soddisfazione della cantina di Luogosanto è evidente e meritata: <I risultati ottenuti in Germania - ha dichiarato l'amministratore delegato di Siddùra Massimo Ruggero - confermano che anche in Sardegna si possono produrre vini dal gusto affascinante e suadente, giustamente affinati in rovere, senza che quest'ultimo prenda mai il sopravvento>. Come dargli torto?

D'altronde lo hanno confermato anche i 135 giurati, provenienti da 26 paesi diversi, chiamati all'evento. Mundus Vini è stato istituito nel 2001 dall'omonima Accademia Internazionale del Vino di Neustadt. Si svolge con cadenza annuale e ha in breve conquistato una rilevanza tale da essere oggi considerata una delle più grandi competizioni enologiche internazionali. Due giorni di degustazioni alla cieca che hanno visto la partecipazione di 600 vini 'made in Italy' e conferito al nostro paese il maggior numero di riconoscimenti tra gli oltre 30 paesi coinvolti.

I premi conquistati tuttavia non sembrano placare la fame di gloria di Siddùra, che sta già preparando i prossimi appuntamenti. Dal 23 al 25 marzo le 6 etichette dell'azienda gallurese saranno infatti protagoniste ancora in Germania, al ProWein di Dusseldorf. Poi a inizio aprile sarà la volta del Vinitaly di Verona (dal 6 al 9), mentre a maggio si giocherà in casa: l'azienda luogosantese vuole infatti ben figurare anche al Porto Cervo Wine Festival (dal 16 al 18). Perché l'appetito vien mangiando. E a quanto pare anche bevendo.

Torna alla Home

Commenti
Powered by: